Linee guida n. 5, di attuazione del D.Lgs. 50/2016

Pubblicate le linee guida con le quali vengono definiti i criteri e le modalità per l’iscrizione all’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici (di seguito Albo) da parte dei soggetti dotati di requisiti di compatibilità e moralità, nonché di comprovata competenza e professionalità nello specifico settore a cui si riferisce il contratto. Con successivo Regolamento saranno definite le modalità per la trasmissione della documentazione necessaria per l’iscrizione all’Albo.

Linee guida n. 5

ANAC pubblica le linee guida per appalti sottosoglia

Con Delibera n. 1097  del 26 ottobre 2016, Anaco pubblica finalmente le “Linee Guida n. 4, di attuazione del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti  “Procedure per l’affidamento   dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza   comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi   di operatori economici”. Arriva, come previsto,  prima di regolamenti attuativi o altre disposizioni provenienti dai vari ministeri.

Scarica le linee guida

Il P.O.S. e i FESR

Il P.O.S. (Piano Operativo di Sicurezza) è il documento che un datore di lavoro deve redigere prima di iniziare le attività operative in un cantiere esterno. Anche nel caso dei progetti FESR , se ricorrono le circostanze, è indispensabile ai fini del collaudo. Ma quando è obbligatorio? La prima condizione necessaria è che si tratti di un “cantiere” e quindi un luogo fisico in cui siano previsti  “ lavori di costruzione, manutenzione, riparazione, demolizione, conservazione, risanamento, ristrutturazione o equipaggiamento, la trasformazione, il rinnovamento o lo smantellamento di opere fisse, permanenti o temporanee, in muratura, in cemento armato, in metallo, in legno o in altri materiali, comprese le parti strutturali delle linee elettriche e le parti strutturali degli impianti elettrici, le opere stradali, ferroviarie, idrauliche, marittime, idroelettriche e, solo per la parte che comporta lavori edili o di ingegneria civile, le opere di bonifica, di sistemazione forestale e di sterro. Sono, inoltre, lavori di costruzione edile o di ingegneria civile gli scavi, ed il montaggio e lo smontaggio di elementi prefabbricati utilizzati per la realizzazione di lavori edili o di ingegneria civile.”

Quindi se non si tratta di una delle fattispecie descritte non è indispensabile.

E’ inoltre facoltativo in caso di mera fornitura e assemblaggio di materiali o attrezzature, e quando gli eventuali lavori o servizi hanno una durata non superiore a cinque uomini-giorno, non comportano rischi derivanti dal rischio di incendio di livello elevato, o dallo svolgimento di attività in ambienti confinati, o dalla presenza di agenti cancerogeni, mutageni o biologici, di amianto o di atmosfere esplosive o dalla presenza dei rischi particolari.